LOADING

Digita il termine di ricerca

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Tags:

Figlie di una nuova era: il primo volume della saga di Carmen Korn

Ammetto di averlo scelto con un po’ di timore. Non sapevo cosa aspettarmi da questo primo volume della saga di Carmen Korn, di cui avevo letto pareri discordanti che passavano da toni entusiastici e commuoventi ad annoiati e distruttivi.

Ho scelto Figlie di una nuova era per leggerlo, tra l’altro, in condivisione con una cara amica: un esperimento riuscitissimo perché ci ha coinvolte allo stesso modo e negli stessi tempi! Lo abbiamo letto entrambe in una settimana, senza metterci d’accordo.

E’ stato bello vedere, poi, i nostri aggiornamenti di lettura su Instagram e scoprire che tanti dettagli e situazioni avevano colpito entrambe alla stessa maniera, come anche i personaggi a cui ci siamo affezionate e la voglia di portare avanti questa trilogia.

Adesso, però, voglio parlarvi di questo primo volume e innanzitutto consigliarvene la lettura. Mi è piaciuto davvero molto, l’ho trovato attraente sin dalle prime pagine.

E come si sa, le prime righe di un libro sono come un bacio. Se è bello, si continua…

Lontano dai gialli e noir che normalmente prediligo, il romanzo della Korn contiene gli ingredienti di quasi tutti i generi da me amati: storia, guerra, disperazione, sentimenti, mistero, psicologia.

Al centro quattro donne, Hanny, Kathe, Ida e Lina, diverse ma accomunate dal desiderio di emanciparsi ed emergere in una società ancora troppo maschile.

A cavallo tra la I e la II guerra mondiale, le quattro donne vedono incrociare prepotentemente le loro vite, tra amore e speranza, vivendo passioni e desideri realizzati e subito dopo il tumulto della guerra e la perdita.

Figlie di una nuova era

Tantissimi i personaggi che accompagnano le storie delle quattro amiche, diventando punti chiave nella realizzazione di alcune vicende.

Lunghi salti temporali tengono viva l’attenzione e la curiosità: in ogni capitolo si susseguono le vicende dei personaggi che, inizialmente, potrebbero sembrare distanti ma che, alla fine, si scopre essere collegate tanto da completare, alla fine, un cerchio perfetto.

Lo consiglio davvero. E’ una lettura che fa bene, anche perché attraversa un periodo storico difficile da dimenticare e che, con il romanzo della Korn, è possibile guardare dal punto di vista dei tedeschi.

I fatti sono ambientati ad Amburgo, dove la minaccia di Hitler non tarda ad arrivare, portando devastazione e povertà.

Il mio personaggio preferito è sicuramente Ida, donna che, col tempo, riuscirà a ribellarsi alla sua “prigionia”.

“Senza coraggio non si va da nessuna parte”

Leggendo Figlie di una nuova era, ho vissuto la paura e il dolore della perdita, sentito le bombe sui tetti, sono quasi rimasta soffocata dentro i rifugi al suono delle sirene, sconvolta dalla perdita di alcuni personaggi che consideravo una certezza, meravigliata da altri che si sono rivelati l’opposto di quanto credessi.

Tanti i colpi di scena da togliere il respiro con un super finale che lascia tante porte aperte che non vedo l’ora di varcare con la lettura del secondo volume di questa saga.

“In fondo al vulcano si dipartono strade che portano fuori dall’abisso”

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Newsletter

Vuoi essere aggiornato sulle ultime novità dalla mia libreria?

Iscriviti alla newsletter! Ne riceverai un paio al mese ;)

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'OK', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. Informativa Estesa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi