LOADING

Digita il termine di ricerca

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Tags:

Finalmente ti scrivo: le lettere d’amore più belle che io abbia mai letto

La mia prima lettura di #giugno è stata Finalmente ti scrivo, un libretto che contiene le risposte di  Carmen Llera Moravia alle tantissime lettere (un centinaio) che il grande scrittore, scomparso nel 1990, ha lasciato alla giovane moglie nel corso dei loro 10 anni insieme.

Una lettura breve e affascinante che mi ha addolcito l’inizio del mese e l’arrivo dell’estate, finalmente!

Frammenti di lettere di Moravia dove è possibile scorgere tutta la sua passione e allo stesso tempo l’angoscia di un amore tormentato per via dell’enorme differenza di età tra i due e soprattutto per l’instabilità non solo emotiva della donna che ha amato fino alla fine della sua vita.

Un incontro casuale, al mare, trasformato nel giro di poche ore in un rapporto travolgente e scosso dalle continue fughe di Carmen e dalla sua insofferenza.

“Renditi conto che bisogna essere felici, questo è lo scopo per cui siamo venuti al mondo…mi dispiace di non essere capace di procurare questa felicità a te, e a me stesso”.

All’insistenza di Alberto, Carmen risponde:

“La mia insofferenza al dolore deriva dal fatto che ho l’impressione di non conoscere altro, e sono stanca”

Credo che non siano mai state scritte da nessuno delle lettere d’amore così belle. Carmen ha dato delle risposte all’unico uomo che lei abbia veramente amato, ma in realtà il suo intento è quello di esaltare le grandi capacità amatorie di Alberto, al di là del suo essere noto romanziere e scrittore.

“Non ti amo perché sei bella, non ti amo perché hai un rapporto profondo con me, non ti amo perché ho bisogno di te e così via è così via, ti amo perché sei tu. Diciamo pure: il mio è un amore ispirato dall’originalità della persona che si ama”

Carmen è una donna scomoda e tormentata, costantemente in fuga:

“Fuggi chiudendoti nel silenzio, fuggi e non so cosa voglia dire questa fuga continua, forse un’affermazione della tua autonomia che non ne ha affatto bisogno..”

Carmen sa che Alberto aveva ragione quando diceva :

“Nessuno ti amerà mai come me”

Sconcertante: lei ha appreso la notizia della morte di Alberto per radio.

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Newsletter

Vuoi essere aggiornato sulle ultime novità dalla mia libreria?

Iscriviti alla newsletter! Ne riceverai un paio al mese ;)

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'OK', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. Informativa Estesa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi