LOADING

Digita il termine di ricerca

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Tags:

Bambini nel tempo: da leggere con in sottofondo Child in Time

E proprio quando sta per uscire il nuovo romanzo di Ian Mc Ewan, Macchine come me, arriva la mia recensione (guidata da mio marito che ne è rimasto estasiato) di Bambini nel tempo, un romanzo che racconta le nostre angosce, quelle di cui non vorremmo mai sentire parlare.

Dolori troppo grandi, come la scomparsa di un figlio, il dubbio che diventa tormento continuo e la certezza per il protagonista di doverci convivere

Mettetevi voi al posto di Stephen e Julie, una coppia inglese di estrazione medio alta (lui scrittore per l’infanzia, lei musicista), abituata a prendere la vita un po’ come viene, senza grossi scossoni. Pensate anche solo a cosa può significare perdere tutto in un attimo: un supermercato, un giorno normale, un padre con Kate, la propria figlia piccola.

Direi…un romanzo angosciante ma con cui Mc Ewan riesce ad entrare nella profondità della nostra inquietudine.

Basta perderla di vista un secondo e il mondo crolla addosso: la bambina non c’è più. Rapita? Uccisa? Scappata? Mc Ewan non ce lo dice esplicitamente.

La scomparsa della bambina è tuttavia il pretesto per toccare il tema dell’infanzia sotto vari aspetti: episodi infantili mai pienamente elaborati, adulti che si comportano come bambini, bambini che sono partecipi del momento stesso del loro concepimento, perché osservano i loro genitori decidere per loro ancora prima di nascere.

Mc Ewan porta il lettore su diversi piani temporali, tutti oscillanti fra sogno e crudo realismo, con una scrittura particolareggiata ed avvolgente.

Alla fine ogni cosa avrà il suo senso e, come in un grande cerchio della vita, ripartirà da capo.

Un consiglio: la scena in cui la madre del protagonista riconosce il figlio non ancora nato nel volto di un bambino sconosciuto, ascoltatela con Child in Time dei Deep Purple in sottofondo: troverete perfetta l’omonimia fra il titolo del brano e quello del romanzo e probabilmente sentirete la stessa emozione fra musica e parole.

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Newsletter

Vuoi essere aggiornato sulle ultime novità dalla mia libreria?

Iscriviti alla newsletter! Ne riceverai un paio al mese ;)

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'OK', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. Informativa Estesa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi