LOADING

Digita il termine di ricerca

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Amore e Psiche, la fiaba nelle Metamorfosi di Apuleio

Il mio percorso dedicato alla fiaba, #lafiabaracconta , parte proprio da un classico della letteratura latina: Amore e Psiche, la fabula o fabella contenuta nel romanzo di Apuleio, Metamorfosi o Asino d’oro risalente al II sec. d.C.

Un grande tuffo nel passato per me che, ai tempi dell’Università, seguii un corso monografico di latino proprio su quest’opera, traducendo dal latino all’italiano proprio la storia di Amore e Psiche, due amanti che fanno battere il cuore.

Parto quindi da una storia che risale a tanti secoli fa e che è spesso discussa per il genere letterario a cui si riferisce. L’edizione Feltrinelli utilizza nel titolo il termine “Favola” e questo perché si è sempre fatta confusione tra i generi favola/fiaba usati generalmente come sinonimi.

E’ una favola o una fiaba?
Qual è la differenza tra i due generi?

La postfazione curata da Alessio Torino approfondisce molto bene le caratteristiche di questa storia che possiamo definire “ibrida” perché ad agire sono i personaggi della mitologia classica e non quelli della tradizione raccolta dai Fratelli Grimm, anche se ci sono tanti elementi che ci fanno pensare al genere della fiaba.

La favola è solitamente un racconto breve con protagonisti animali che non fanno altro che essere metafora dell’agire umano; la fiaba è nata dopo, è un racconto più lungo ed è caratterizzata da personaggi umani o comunque umanizzati e con elementi spessi magici. E’ proprio l’elemento magico a distinguere i due generi letterari.

In Amore e Psiche troviamo, dunque, molte tracce del genere fiabesco: si tratta di una storia ambientata nella sfera cristallina della mitologia (e quando si parla di miti, divinità, ecc…la magia è sempre dietro l’angolo!), che prende le mosse dall’ira divina. Ci sono un re e una regina (li troviamo quasi in tutte le fiabe), la bella Psiche e le sorelle invidiose, il dio Amore/Cupido che si invaghisce di lei; abbiamo il castigo, la vendetta, l’espiazione.

Tantissimi elementi che riconducono al genere della fiaba e che troveremo sicuramente andando avanti in questo bellissimo percorso. Si tratta, inoltre, della prima traccia di fiaba scritta, dato che il genere prende le mosse da una lunga e ricca tradizione orale.
E siamo solo al II sec. d.C.!!!

Se vi va di leggere e seguire il percorso sulla fiaba, seguire su Instagram #lafiabaracconta

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Newsletter

Vuoi essere aggiornato sulle ultime novità dalla mia libreria?

Iscriviti alla newsletter! Ne riceverai un paio al mese ;)

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'OK', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. Informativa Estesa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi