LOADING

Digita il termine di ricerca

Tags:

La vita intima di Niccolò Ammaniti

C’era grande attesa per questo nuovo romanzo di Ammaniti, “La vita intima”, dopo otto anni di silenzio letterario da parte dell’autore noto ai più per Ti prendo e ti porto via.

Anche io ero tra quelli che non vedeva l’ora di averlo tra le mani e leggerlo. E quindi eccomi qui.

L’ho letteralmente divorato.
“La vita intima” è uno di quei libri che si fa fatica a lasciare sul comodino, tanto è il desiderio di andare avanti e sapere come va a finire. Alla fine mi sono trovata a tirare un gran sospiro di sollievo.

A distanza di settimane dalla fine della lettura, ho ancora vividi i personaggi nella mia mente tanto che mi sembra di conoscerli nella realtà. C’è qualcuno che dice che per essi Ammaniti si sia ispirato a fatti e personaggi realmente esistiti. E io dico: perché no!? Ci sta benissimo. Anche perché quello che viene narrato non è molto distante da ciò che accade nella società odierna.

In sostanza questo libro racconta la storia di una donna bella, ricca, famosa, piena di tanti mezzi ma povera di ciò che conta davvero: innanzitutto l’autostima e l’amore verso se stessa e gli altri.

Maria Cristina Palma.
Quante volte avete letto e sentito parlare di lei da quando il libro è stato pubblicato!?
Per me è diventata un personaggio reale.

Una donna alla quale, alla fine, ci si affeziona ma a cui si vorrebbe dare anche qualche ceffone per scuoterla dalle sue paure e insicurezze.

Ma perché poi?
La sua vita non è perfetta!?
Moglie del presidente del consiglio italiano, ricca e famosa (anche se non fa niente di particolare. Ah, è solo la donna più bella del mondo!). Scortata da mattina a sera, a un certo punto sembra diventare la donna più libera di sempre, e tutto questo solo perché, dopo anni, incontra una sua vecchia fiamma con cui inizia un rapporto.

A un certo punto, il delirio. Tutto prende una piega inaspettata e al limite della realtà, per poi scoprire che è tutta una montatura, uno scherzo che fa finalmente tirare fuori il coraggio di Maria Cristina che, da donnetta superficiale e insicura, diventa la nostra tenera eroina.

Una lettura che definirei adrenalinica per quanto mi ha travolto, portandomi a pensare tutto e il contrario di tutto.

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

48  +    =  52

Newsletter

Vuoi essere aggiornato sulle ultime novità dalla mia libreria?

Iscriviti alla newsletter! Ne riceverai un paio al mese ;)